Home Aggiornamenti

894
L’art. 27 bis, comma 1 quinquies del Decreto Legge 24 marzo 2012, n. 29 – coordinato con la legge di conversione 18 maggio 2012, n. 62 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale 21 maggio 2012, n. 117 -,  in relazione al l problema dell’applicazione delle commissioni bancarie sugli sconfinamenti, ha previsto  la costituzione presso il Ministero dell’economia e delle finanze di un Osservatorio sul credito concesso alle imprese, con particolare riferimento a quelle micro, piccole, medie, a quelle giovanili e femminili, nonché sull’attuazione degli accordi o protocolli volti a sostenere l’accesso al credito dei medesimi soggetti.In caso di mancata concessione del credito da parte di una banca, privati ed imprese potranno presentare istanza al prefetto che, invitata la banca in questione (previa informativa sul merito dell’istanza) a fornire una risposta argomentata sulla meritevolezza del credito, segnalerà la pratica all’Arbitro bancario finanziario il quale dovrà pronunciarsi  non oltre trenta giorni dalla segnalazione.

La procedura di ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario è avviata dal Prefetto che trasmette alla segreteria tecnica del collegio competente una segnalazione corredata da:
1.     istanza dell’interessato, di carattere riservato, prodotta per mezzo di posta certificata e senza alcun contributo alle spese di procedura;
2.    invito rivolto dal Prefetto alla banca di fornire una risposta argomentata sulla meritevolezza del credito, entro 30 giorni, ovvero entro altro termine fissato dallo stesso Prefetto;
3.    risposta della banca di cui al punto precedente contenente le osservazioni, anche sugli eventuali rilievi formulati dal cliente o dal Prefetto;
4.    relazione – a cura del Prefetto – contenente l’oggetto del ricorso e l’esposizione delle ragioni per le quali si ritiene necessario sottoporre la controversia all’Arbitro Bancario Finanziario; detta relazione andrà inviata (entro 60 giorni dalla ricezione della domanda, anche in caso di mancata risposta della banca) alla segreteria tecnica A.B.F. competente e contestualmente all’interessato ed alla banca.
Nei successivi 30 giorni dalla ricezione, la segreteria tecnica sottopone la segnalazione all’esame del collegio per la decisione, salvo eventuali sospensioni che, comunque, non potranno superare complessivamente i 30 giorni.

Gli interessati possono trasmettere istanza, utilizzando il modulo allegato, esclusivamente al seguente indirizzo di posta elettronica certificata:

http://www.prefettura.it/napoli/contenuti/13049.htm

 

1005

Usura e mora: i nodi del Coordinamento ABF. Banca d’Italia vs Cassazione

ABF Collegio di coordinamento, 28 marzo 2014, n. 1875 – Pres. Marziale – Rel. Gambaro; ABF Collegio di coordinamento, 30 aprile 2014, n. 2666 – Pres. Marziale – Rel. Quadri

Livia Franco

Usura – Costo del credito – Interessi moratori – Interpretazione art. 644 c.p. e art. 1815 c.c.

Gli interessi moratori non sono presi in considerazione dalle «Istruzioni per le rilevazioni dei tassi effettivi globali ai sensi della legge sull’usura» della Banca d’Italia nella determinazione del «tasso soglia» e, pertanto, non possono essere computati nel costo del credito ai fini della valutazione di usurarietà del negozioLa diversa posizione assunta dalla Corte di Cassazione pecca di «eccessiva scioltezza».

*        *        *

Usura – Frode alla legge – Art. 1344 c.c. – Valutazione complessiva del negozio – Interessi moratori – Inerenza –  Nullità.

La pattuizione di «interessi moratori elevati e oltre soglia» si pone come parte di un assetto negoziale destinato ad aggirare le disposizioni in tema di contrasto all’usura e integra i presupposti della frode alla legge, con la conseguente applicazione del regime di cui al comma 2 dell’art. 1815 c.c.

*        *        *

Usura – Superamento tasso soglia – Insostenibilità di una lettura «sommatoria» di interessi corrispettivi e di interessi moratori.

Stante il carattere tipicamente sostitutivo e alternativo della prestazione degli interessi moratori rispetto a quella degli interessi corrispettivi, è logicamente errata ogni «sommatoria» dei relativi tassi per la verifica del superamento del «tasso soglia». 

*        *        *

Usura – Interessi moratori – Natura di clausola penale – Interessi moratori di carattere manifestamente eccessivo – Conseguenze anche in relazione ai contratti con consumatore.

La pattuizione di interessi moratori partecipa della natura di clausola penale. La manifesta eccessività di questo specifico patto determina la riduzione del tasso convenuto ad equità ex  art. 1384 c.c., mentre nei contratti con consumatori detta eccessività della clausola in quanto tale determina la nullità della medesima ex artt. 33 comma 2 lett. f.  e 36 cod. consumo.

*        *        *

Usura – Parametri misurazione eccessività tassi moratori – Inadeguatezza rilevazione Banca d’Italia del 2001 – Interesse del creditore all’adempimento.

Ai fini della valutazione dell’eccessività degli interessi moratori, risultano inadeguate le rilevazioni sulla maggiorazione per i casi di ritardato pagamento effettuate dalla Banca d’Italia del 2001. Esse possono, tuttavia, concorrere a fornire elementi di giudizio in un quadro circostanziale più complesso, che tenga particolarmente in considerazione l’interesse del creditore all’adempimento.

892

San Paolo: arrestata casalinga usuraia 63enne
Offriva “aiuto” alle conoscenti in difficoltà economiche chiedendo la restituzione del denaro con la maggiorazione di un “caffè”
Prestava denaro alle conoscenti in difficoltà, per aiutarle a pagare le bollette, o a fare la spesa. In cambio chiedeva, insieme alla restituzione della somma, la maggiorazione di un “caffè”. Ma dietro quella richiesta apparentemente ‘modesta’ e amichevole, si celavano in realtà interessi da strozzino. Dal 30 al 200% annui, secondo quanto accertato dai carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo, che su richiesta della Procura hanno arrestato una 63enne del luogo, incensurata, casalinga.

Secondo quanto emerso dalle indagini, dal 2008 fino al 2013, la donna avrebbe prestato denaro a usura ad altre donne che stavano attraversando momenti di difficoltà economiche. Piccole somme, su cui però al momento della restituzione scattavano i tassi usurari.

Dopo l’arresto la 63enne, su disposizione della Procura, è stata collocata ai domiciliari.“

 

http://www.baritoday.it/cronaca/san-paolo-arrestata-63enne-casalinga-usuraia.html

 

418

DAL SITO DELLA CARITAS DI POZZUOLI

http://www.caritaspozzuoli.it/tag/fondazione-paulus/

Iniziano sabato 18 gennaio alle ore 10 al Villaggio del Fanciullo (Sala Laurentiana) di Pozzuoli i seminari di formazione antiracket e antiusura. Il percorso di formazione è organizzata della Fondazione Paulus in collaborazione con Sos Impresa – Rete per la Legalità e la collaborazione scientifica delle cattedre di Criminologia e Storia della criminalità organizzata nel Mezzogiorno d’Italia dell’Università Suor Orsola Benincasa organizza un percorso di formazione rivolto ai nuovi volontari degli sportelli di prevenzione e contrasto all’usura e al racket. Oltre alle lezioni teoriche sono previsti anche dei laboratori esperienziali.

Prima di iniziare il seminario  di sabato 18, alle ore 10 è previsto un incontro con la stampaa cui parteciperanno il senatore Franco Malvano (commissario Regione Campania Antiracket e Antiusura), Silvio Lugnano (docente di criminologia ala Facoltà di Scienze della Formazione all’Istituto universitario Suor Orsola Benincasa), Marcello Ravveduto (storico della criminalità organizzata in Italia meridionale e direttore scuola di formazione regionale Sos Impresa – Rete per la Legalità), Luigi Cuomo (presidente della Fondazione Paulus e coordinatore nazionale di Sos Impresa. È stato invitato monsignor Gennaro Pascarella, vescovo di Pozzuoli e promotore della Fondazione Paulus.

492

volontari_paulusUn percorso di formazione rivolto ai nuovi volontari degli sportelli di prevenzione e contrasto all’usura e al racket. A organizzarlo, la Fondazione Paulus, insieme a Sos Impresa – Rete per la Legalità e con la collaborazione scientifica delle cattedre di “Criminologia” e “Storia della criminalità organizzata nel Mezzogiorno d’Italia” dell’Università Suor Orsola Benincasa.

Continua a leggere su Eventincampania.it

358

paulus111Si è tenuto giovedì 29 dicembre, alla Curia di Pozzuoli, la prima edizione del “Paulus Day”, un momento di incontro, di condivisione e di programmazione delle iniziative della Fondazione Paulus. La Fondazione è nata esattamente un anno fa per volere del vescovo di Pozzuoli. Ospite il senatore Franco Malvano, commissario al coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura della Regione Campania.

Continua a leggere su Julie News.