Home Aggiornamenti Prestiti: soglia tassi usura secondo trimestre 2014

Prestiti: soglia tassi usura secondo trimestre 2014

588

Nuovo aggiornamento per il 2014 per i tassi soglia usura. Costano di più i prestiti sul conto corrente e cessione del quinto e calano i prestiti personali.

Definita la soglia tassi usura secondo trimestre 2014: la Banca d’Italia ha infatti emanato la tabella che definisce quali siano i tassi di interesse effettivi globali medi validi dal 1° aprile fino al 30 giugno del 2013. Il dato è importante perchè su queste percentuali si fa il calcolo della soglia usura dei tassi, su mutui, leasing, finanziamenti e soprattutto prestiti personali, da parte di banche e finanziarie.

Molte altre operazioni finanziarie dipendono dai valori di queste tabelle, che fanno aumentare o diminuire il costo anche di contratti di leasing, aperture di conto corrente credito revolving.

Rispetto alla soglia tassi usura primo trimestre 2014, i ritocchi sono stati decisi tenendo conto delle decisioni di politica  monetaria assunte dalla BCE per apportare sui tassi rilevati una correzione al ribasso pari alla media delle variazioni del tasso BCE negli ultimi due trimestri. Così i  tassi effettivi globali medi (TEGM) registrati nel quarto trimestre del 2013 presentano le variazioni più consistenti per le seguenti categorie:

  • sono in diminuzione i tassi degli scoperti senza affidamento oltre 1.500 euro e quelli del leasing strumentale oltre 25.000 euro.
  • risultano invece in aumento i tassi dei prestiti contro cessione del quinto dello stipendio/pensione fino a 5.000 euro

Cosa è cambiato per i tassi di usura nel secondo trimestre 2014

La soglia tassi usura secondo trimestre 2014 decisa a Roma vede delle variazioni rispetto al trimestre precedente. In particolare si osserva che per il calcolo tasso usura, il tasso massimo usura è aumentato in molte categorie di operazioni e in altre è diminuito, significa che per svolgere certe operazioni in banca spenderemo di più, per farne altre spenderemo di meno.

I numeri

  • Il tasso soglia dei mutui con garanzia ipotecaria a tasso variabile è calato da 8,76% a 8,66%.
  • Passa invece da 10,38% a 10,46% il tasso soglia per i mutui a tasso fisso.
  • I tassi soglia dei prestiti finalizzati sono diminuiti per i prestiti personali fino a 5.000 euro (il tasso è adesso 19,06%, prima era 19,32%) e per i finanziamenti di importo oltre i 5.000 euro (da 16,43% a 16,22%).
  • Cessione del quinto: sugli importi fino a 5.000 euro il tasso è stato aumentato: da 18,83% a 19,10%, così come è cresciuto il tasso per gli importi superiori in valore, passati da 18,28% a 18,37%.
  • Credito personale: Il tasso previsto cala da 18,98% a 18,77%
  • Conti correnti: un prestito su conto corrente per importi fino a 5.000 euro costerà di più, il tasso massimo è passato da 18,27% a 18,35%, mentre per gli importi superiori a 5.000 euro il tasso è invariato a 16,57%.
  • Mutui: quelli a tassi fisso hanno una soglia massima usura di 10,46%, i mutui a tasso variabile 8,6%

 

Tabella tassi soglia 2014 secondo trimestre

Tipologia finanziamento Importo Tasso medio (%) Tasso soglia (%)

Apertura credito in conto corrente

fino a 5.000 euro

11,48 18,3500

oltre 5.000 euro

10,06 16,5750

Scoperti senza affidamento

fino a 1.500 euro

16,25 24,2500

oltre 1.500 euro

15,01 22,7625

Anticipi e sconti

fino a 5.000 euro

8,90 15,1250

da 5.000 a 100.000

8,06 14,0750

oltre 100.000 euro

5,49 10,8625

Crediti personali

tutti gli importi

11,82 18,7750

Altri finanziamenti alle famiglie e alle imprese

tutti gli importi

10,61 17,2625

Prestiti contro cessione del quinto dello stipendio e pensione

fino a 5.000 euro

12,08 18,3250

oltre 5.000 euro

11,50 18,3750

Credito finalizzato

fino a 5.000 euro

12,05 19,0625

oltre 5.000 euro

9,78 16,2250

Credito revolving

fino a 5.000 euro

16,97 24,9700

oltre 5.000 euro

12,31 19,3875

Mutui a tasso variabile

tutti gli importi

5,17 10,4625

Mutui a tasso fisso

tutti gli importi

3,73 8,6625

NO COMMENTS

Leave a Reply